Gestione del negozio

9 consigli per aprire un negozio di abbigliamento

11 agosto 2021 / por Cerdá Group

Aprire un negozio di abbigliamento è una grande opportunità ma non è un gioco da ragazzi! Pianifica il tuo business con i consigli Cerdá!

Il settore della moda e dell’abbigliamento in Italia è uno dei più redditizi. Se hai deciso di aprire un negozio di abbigliamento, allora, stai per compiere un passo importante, ma che ha le basi e le potenzialità per portarti grandi soddisfazioni. Se le fondamenta della realtà che vai a costruire sono forti niente potrà fermarti!

Ma quali sono queste basi? Da dove cominciare per aprire un negozio di abbigliamento destinato ad avere successo? In questo articolo, approfondiremo proprio questo argomento sotto forma di una lista di 9 consigli per aprire un negozio di abbigliamento.

1.  Individua il target

Il primo aspetto da considerare ed avere ben chiaro, ancor prima di scegliere location e fornitori, è il tuo target di riferimento. Per aprire un negozio di abbigliamento di successo, devi sapere con precisione a quale pubblico ti stai rivolgendo.

Questo aspetto è quasi più importante della scelta delle merce che venderai: perché la scelta dei prodotti dipende proprio dalle persone alle quali ti rivolgi. Chi sono? E - soprattutto - di cosa hanno bisogno? Come puoi raggiungerle con facilità? È la risposta a queste domande che determina la tipologia di prodotti nel tuo negozio, la tua location, i mezzi che userai per farti pubblicità. E’ il tuo target di riferimento che determina a cascata tutto il resto.

target_negozio

2.  Individua la giusta location

Quando sai qual è il tuo target di riferimento, puoi capire meglio qual è la tua location ideale. Dovrai fare i conti con budget e disponibilità del mercato, ma se, per esempio, hai deciso che i tuoi clienti sono per lo più bambini, allora tutte le location vicino alle scuole o qualsiasi luogo frequentato dai bambini e genitori saranno ideali.

Allo stesso modo, cerca di capire quale location può offrirti le migliori opportunità per essere visto, conosciuto e frequentato dal tuo target di riferimento.

3.  Scegli i giusti fornitori

La scelta dei giusti fornitori è un’altra delle fondamenta che servono per aprire un negozio di abbigliamento che abbia successo e che sia duraturo nel corso del tempo. Quando ci si propone al pubblico per la prima volta, si è sempre tentati di convincere i primi clienti con prezzi competitivi; questo può portare a una scelta di prodotti di qualità inferiore proprio per cercare di abbattere i costi.

Nel medio-lungo termine, questa strategia si rivela fallimentare: resterai sulla cresta dell’onda solo se riuscirai a fornire la giusta qualità ai tuoi clienti.

Restando sull’esempio del negozio di abbigliamento per bambini, per esempio, un fornitore come Cerdá, che distribuisce all’ingrosso prodotti per bambini con licenze originali, sa offrirti le giuste garanzie di qualità e originalità per costruire un rapporto duratura con i clienti.

Vedi anche Come aumentare i margini di profitto con i prodotti con licenza.

 

New Call-to-action

4.  Segui l’iter burocratico

Per quanto sia la parte più tediosa, se vuoi aprire un negozio di abbigliamento non potrai fare a meno che sistemare tutte le scartoffie che ti occorrono per essere in regola. Ecco una sintesi del processo burocratico da seguire:

-      Il primo passo è sicuramente quello dell’apertura della Partita Iva e iscrizione al Registro delle Imprese, INPS, e INAIL. Tutte queste iscrizioni si possono effettuare in un unico passaggio con una Comunicazione Unica inviata via PEC alla Camera di Commercio.

-      Per esporre la tua insegna, avrai bisogno di un permesso: è bene che tu lo ottenga prima dell’apertura.

-      Almeno 30 giorni prima dell'apertura, dovrai anche provvedere alla comunicazione dell’avvio attività al Comune.

-      Prima dell’apertura, dovrai anche accertarti di mettere a norma tutti i tuoi locali in termini di igiene e sicurezza.

5.  Formazione del personale

Se prevedi l’assunzione di personale, non sottovalutare l’aspetto della loro formazione. I tuoi dipendenti non dovranno essere pronti solo dal punto di vista tecnico. Dovrai metterli, in primo luogo, a conoscenza dell’identità del tuo negozio, del messaggio che vuoi comunicare al tuo pubblico, in modo che possano essere anche loro parte di quella comunicazione che va in un'unica direzione da parte di tutto il personale.

I tuoi dipendenti devono anche conoscere alla perfezione i prodotti che sono in vendita nel tuo negozio di abbigliamento. Dovranno essere in grado di evidenziare i punti forti dei prodotti, saper consigliare i clienti, fornire supporto in qualunque circostanza.

Un cliente che entra in un negozio non distingue tra titolare e dipendenti. Per i consumatori, tutte le persone incontrate all’interno del tuo negozio di abbigliamento saranno rappresentative dell’identità del negozio. Ecco perché devi assicurarti che tutto il personale sia consapevole sia dell’identità del tuo brand sia della responsabilità che hanno nei confronti dell’immagine del negozio.

marketing_digitale

6.  Marketing

Uno dei punti fondamentali su come aprire un negozio di abbigliamento riguarda il farsi conoscere. Da questo punto di vista, il consiglio più prezioso possiamo darti è quello di non trascurare il web: anche se il tuo negozio di abbigliamento è un punto vendita fisico, la presenza sul web è comunque molto importante.

Il marketing non è solo pubblicità: le strategie di retail marketing coprono diversi aspetti ed è bene conoscerli per saper valorizzare sia il tuo negozio che la tua merce. Per questo ti rimandiamo al nostro articolo che tratta l’argomento del retail marketing in maniera più approfondita. Dagli un’occhiata per trarre preziosi consigli.

7.  Offri servizi aggiuntivi

Tutti i gestori di negozi, che quindi si occupano principalmente di vendite, non dovrebbero mai smettere di considerarsi anche fornitori di servizi - anche se il profitto è poi dato comunque dal fatto che i consumatori acquistano i tuoi prodotti.

In fin dei conti, un venditore offre un servizio ai propri clienti: si procura la merce migliore, quella di cui il suo target di riferimento ha dimostrato di avere bisogno e la propone nel proprio negozio.

Ma offrire servizi aggiuntivi è anche un modo per distinguere il tuo negozio di abbigliamento da tutta la concorrenza. In materia di abbigliamento, potresti offrire riparazioni e servizi sartoriali. Se, invece, torniamo al nostro esempio di negozio di abbigliamento per bambini, la tua figura diventa anche quella di consulente, sia per quanto riguarda taglie e materiali, ma anche per quanto concerne le nuove tendenze. In questo, Cerdá può essere il tuo migliore alleato, perché è un distributore di abbigliamento per bambini all’ingrosso con più di trent’anni di esperienza che sa leggere i trend in anticipo e - soprattutto - mette a tua disposizione questa conoscenza.

servizio_aggiuntivo

8.  Pianifica il budget e definisci di obiettivi

Aprire un negozio di abbigliamento senza un’idea chiara delle risorse a disposizione e degli obiettivi che si vogliono raggiungere è un grosso errore che rischia di essere fatale.

Quello che ti occorre è  un piano preciso che parta dalla considerazione delle risorse a disposizione. Le risorse possono ridursi a un discorso di denaro: qual è il tuo budget? L’investimento iniziale deve essere proporzionato alle tue possibilità, ma deve anche essere chiaro: solo così potrai calibrare i tuoi obiettivi in modo da sapere come e quando potrai recuperare l’investimento iniziale e iniziare a maturare il vero e proprio profitto.

Devi avere chiari anche i tuoi obiettivi: quando vuoi vendere al giorno, alla settimana, al mese? Quanto devi vendere per riuscire a coprire tutte le tue spese. Tutti questi dettagli sono da chiarire in un piano dettagliato che ti serva da guida durante l’apertura e la gestione del negozio nel corso del tempo.

  1. Non sottovalutare il web

Anche se stai pensando di aprire un negozio fisico, non trascurare mai l’importanza del web. Se non sei su internet, oggi, non esisti. Devi sfruttare tutti i canali a tua disposizione, compresa la realizzazione di un sito web professionale. Sembra un aspetto piuttosto difficile da mettere in pratica, dopotutto usare i social è più facile, ma avere un sito web indipendente valorizza la tua immagine e ti aiuta a trovare nuovi clienti e fidelizzare quelli vecchi.

Aprire un negozio di abbigliamento è una vera e propria avventura. Ci sono tanti aspetti da considerare ma non devi lasciarti scoraggiare: sono solo i consigli che ti servono per non essere colto di sorpresa dalle difficoltà che incontrerai nel tuo percorso e, soprattutto, per distinguerti dalla concorrenza che aumenta ogni giorno che passa.

Chiarisci ognuno di questi punti e poi passa all’azione e apri il tuo negozio di abbigliamento!

New Call-to-action

Gestione del negozio

Post precedente

Vestiti di cartoni animati: un successo garantito per il tuo business

Post successivo

Ingrosso di accessori per bambini che non possono mancare nella tua attività

Ti potrebbe anche interessare

Strategia di social media per un negozio al dettaglio. 7 consigli per crescere!

11 agosto 2021 / por Cerdá Group

Come fare cross-selling per il tuo ecommerce e aumentare le vendite

11 agosto 2021 / por Cerdá Group

6 Idee per allestire vetrine d'estate

11 agosto 2021 / por Cerdá Group